15 dicembre 2017 VERSO CIELI STELLATI. DI QUANDO PAUL KLEE DIPINSE UNA POESIA

L’artista Paul Klee (18 dicembre 1879 –  29 giugno 1940) ha esplorato non solo la pittura, ma anche la musica e la poesia. Esponente dell’astrattismo, per lui l’arte e era un vero e proprio discorso sulla realtà, non una sua mera riproduzione. Le sue opere le conosciamo: la realtà è rarefatta, ridotta a linee e

12 dicembre 2017 QUEL DOLCE, FALSO TUO PICCOLO CUORE. TRE POESIE DI HEINRICH HEINE

Heinrich Heine è stato un poeta, uno dei primi del periodo di passaggio tra il romanticismo e il realismo, nato il 13 dicembre 1797. Oggi vi raccontiamo la sua storia. Non aveva nessuna voglia, da ragazzo, di intraprendere la carriera paterna. La sua famiglia era di ricchi banchieri ebrei. Heine voleva scrivere. E del 1817 sono le

06 dicembre 2017 C’È CHI DI NATALE NON VUOL SENTIR PARLARE. LA FAMOSA, BELLISSIMA POESIA DI GIUSEPPE UNGARETTI

C’è chi di Natale non ha voglia alcuna. Di questo parla Natale di Ungaretti, seconda poesia della sezione Naufragi. Sono versi brevissimi, distribuiti in cinque strofe, per un testo disarticolato e rarefatto, malinconico come sottili nuvole di fumo che si alzano nel cielo. Il poeta scrisse Natale a Napoli nel 1916. Parla di un soldato che

28 novembre 2017 LISTA DEI DESIDERI. LIBRI CHE STANNO BENE SOTTO L’ALBERO

Ci siamo quasi.  Natale sta arrivando portando con sé tempo buono per leggere, occasioni per regalare libri a chi si vuol bene, per prendersi un po’ di spazio sul divano e non fare altro che dedicarsi alla lettura. Natale ci piace molto per questo! E quindi vi scriviamo la lista dei libri che ci piacerebbe trovare

22 novembre 2017 VOCI DI DONNE. TRE POETESSE A CONFRONTO

ANTONIA POZZI La prima raccolta di Antonia Pozzi, Parole, viene pubblicata dal padre dopo il suicidio della figlia, avvenuto il 3 dicembre 1938, in una gelida giornata d’inverno, nei prati presso l’abbazia di Chiaravalle. La raccolta, elogiata da Eugenio Montale e dalla critica, tradisce però il pensiero e il mondo poetico della poetessa, perché piena di tagli

08 novembre 2017 IL FRUMENTO ERA ALLEGRO IN MEZZO AL VENTO. RILEGGERE DYLAN THOMAS

Dylan Thomas – acclamato poeta – diceva di sé che da bambino era piccolo, esile, indeciso. È nato presso Swansea, Carmarthenshire, il 27 ottobre 1914, suo padre insegnava inglese ed era un poeta in erba, e da lui Dylan ereditò qualcosa, il gusto per le parole. Sua madre era molto religiosa, invece, e da lei Dylan prese il

02 novembre 2017 QUALCOSA DI OSCURO CHE FA LUMINOSA LA VITA. PIER PAOLO PASOLINI Solo l’amare, solo il conoscere / conta, non l’aver amato, / non l’aver conosciuto. Quello di Pier Paolo Pasolini (Bologna, 5 marzo 1922 – Lido di Ostia, 2 novembre 1975), in Il pianto della scavatrice, è un invito a non girare su se stessi, a cambiare idea, per non perdere l’abitudine a esercitare la propria di intelligenza. Per farlo, è necessario conoscere il buio.
26 ottobre 2017 I FIORI AVRANNO TEMPO PER ME. SYLVIA PLATH “IO SONO VERTICALE” Sylvia Plath è nata oggi, 27 ottobre, nel 1932 a Boston. Ha scritto poesie meravigliose, un romanzo quasi autobiografico, dal titolo La campana di vetro, ed è stata, insieme ad Anne Sexton (di lei vi abbaimo parlato qui), una delle autrici che ha sviluppato il genere della poesia confessionale. Oggi vi raccontiamo Io sono verticale del 1961.
25 ottobre 2017 NON TI SCORDAR DI ME. ANNE FRANK E LA POESIA DEDICATA A JUULTJE C’è stato un tempo in cui i giovani studenti si scambiavano messaggi in quadernetti, erano “libretti dell’amicizia“, zeppi di frasi, poesie, foto, nei paesi del nord li chiamavano pöesiealbum, ed erano un po’ come la versione vintage dei social media.
23 ottobre 2017 POESIA E RIVOLUZIONE. ALEKSANDR BLOK Notte, strada, lampione, farmacia, luce torbida e insensata. Vivi pure ancora un quarto di secolo – sarà sempre così. Non c’è via di scampo.
Precedenti|Successivi