12 dicembre 2016 LA CANZONE DEL DILUVIO. HARD RAIN DI BOB DYLAN

Era il 22 settembre 1962 quando Bob Dylan suonò per la prima volta A Hard Rain’s A-Gonna Fall. È la canzone che una commossa Patti Smith ha cantato alla cerimonia di consegna del premio Nobel. Bob non c’era, come sapete e Patti si è fermata a metà: ha confessato al pubblico di essere troppo nervosa, poi ha finito e

09 dicembre 2016 A LOVE SUPREME. JOHN COLTRANE E L’ALBUM DEL 1964

Fino a domani, il Circolo è jazz con Jazz Re:Found, mostre, concerti, incontri per indagare le nuove vie  etiche ed estetiche culturali black. Qui tutto il programma. Domani, alle 13.30, Rocco Pandiani ci racconta la collezione completa dei vinili di John Coltrane, tra i più grandi sassofonisti della storia del jazz e noi vi raccontiamo di A Love

11 novembre 2016 C’È UNA CREPA IN OGNI COSA, È COSÌ CHE ENTRA LUCE. LEONARD COHEN

C’è una crepa in ogni cosa, è così che entra la luce. Dieci anni gli sono serviti per scrivere Anthem, la canzone che contiene questo verso così significativo per nostri tempi. Di luce parla anche nella celebre Hallelujah: c’è un’esplosione di luce, in ogni parola.E la luce è anche laddove non sembra esserci, proprio là, dove Leonard Cohen ci

14 ottobre 2016 DI PAURA, CORAGGIO, SENTIMENTI, STELLE. IL CIRCOLO PER LE SCUOLE

Di mattina, succede al Circolo una cosa che forse non tutti sapete. La sala grande si riempie di studenti delle scuole superiori di secondo grado. Sì. Perché il Circolo è anche per i ragazzi e ragazze e fa incontrare loro scrittori e scrittrici, un astrofisico, uno storico, un critico d’arte, e anche un musicista per

13 ottobre 2016 MI PAREVA CHE QUELLA MUSICA FOSSE MIA. BAUDELAIRE SCRIVE A WAGNER

Dal giorno in cui ho ascoltato la vostra musica, continuo a dirmi senza sosta, soprattutto nelle ore tristi: potessi almeno sentire stasera un po’ di Wagner. Alle volte viene da ringraziare. Charles Baudelaire ha deciso di manifestare la propria gratitudine nei confronti di Richard Wagner, attraverso la lettera che vi riportiamo qui sotto. Baudelaire aveva 38 anni

04 agosto 2016 LA PIÙ BELLA LETTERA D’AMORE DI TUTTI I TEMPI. JOHNNY CASH SCRIVE A JUNE CARTER

È stata votata “più bella lettera d’amore di tutti i tempi” in un sondaggio del Daily Mail. Il sondaggio è stato commissionato da una compagnia di assicurazione inglese, nel tentativo di incoraggiare gli inglesi a esser più romantici a San Valentino. Il sondaggio ha rivelato che il 38% delle donne non ha mai scritto una lettera d’amore,

30 maggio 2016 COME SVANIRE COMPLETAMENTE? UNA STORIA CHE STA IN UNA SCATOLA

Isole, sirene, traghetti che non partono mai. Ragazzi innamorati e una ragazza che desidera solo Svanire Completamente. Questa è la storia che sta in una scatola, l’ha pensata Alessandro Baronciani, fumettista, il cui tratto inconfondibile è fatto di linee e pochi colori che vanno a creare delicate immagini di ragazzi e ragazze malinconici, che sembrano alla

20 maggio 2016 A COSA SERVE LA TRISTEZZA, TENEBRE E LUCE IN ČAJKOVSKIJ

L’arte ha qualcosa a che fare con il raggiungimento della quiete nel bel mezzo del caos, disse Saul Bellow. E per farla, l’arte, c’è bisogno di una certa agitazione e di una certa confusione, secondo Joni Mitchell. La storia delle arti, dalla scrittura alla musica, è spesso la storia di un complesso rapporto tra creatività

29 aprile 2016 ALFABETO LUCIO DALLA. PAROLE E CANZONI DALLA BIOGRAFIA “PER I LADRI E LE PUTTANE SONO GESÙBAMBINO” DI LUCA BEATRICE

Per i ladri e le puttane sono Gesùbambino è una biografia scritta in forma di romanzo. Non cucitura di aneddoti ma percorso strutturato nella vita e nelle opere del “visionario e istrionico” Lucio, uno che – a suo dire – non faceva liriche e non scriveva poesie: “Quello che dicono le mie canzoni potrebbe dirlo anche mia

16 marzo 2016 SENZA MUSICA LA VITA SAREBBE UN ERRORE. PAROLA A VONNEGUT, WOOLF E HUGO

La musica ci insegna la cosa più importante che esista: ascoltare. Parola di Ezio Bosso. Attraverso la musica, infatti, il cervello si attiva, l’ascolto rapisce, agendo sul cuore, sullo spirito, e – anche se l’universo non è tenuto a essere in perfetta armonia con l’ambizione umana – come dice Carl Segan, e in armonia con noi, attraverso