02 maggio 2016 SCRITTO SULLA PELLE. 10 TATUAGGI LETTERARI

La classifica dei 20 tatuaggi letterari più belli vi ha già dato conferma di quanto un romanzo diventi parte di noi, tanto che il desiderio è quello di tenerlo vicino per sempre. Questi dieci tatuaggi fanno parte del lavoro The Word Made Flash, che è sia un libro sia un blog che raccoglie le immagini e

19 aprile 2016 LIBRI, ROSE E INNAMORATI. SANT JORDI A BARCELLONA E AL CIRCOLO DEI LETTORI

Sant Jordi è il giorno in cui non si va né in libreria né in biblioteca per trovare i libri. I libri sono ovunque, per strada, e sono migliaia, in ogni angolo e piazza. È il giorno dei libri, delle rose e degli innamorati. La via principale della festa è la Rambla dove gli autori si ritrovano per dedicare

05 aprile 2016 LAVORARE IN LIBRERIA NON È COME SEMBRA. 12 DIVERTENTI MOTIVI

Chi di noi lettori non ha mai sognato di lavorare in una libreria? Fare il libraio ci sembra il mestiere migliore del mondo. E lo è, lo penseremo per sempre, immaginandoci circondati dai romanzi che abbiamo amato, pronti a consigliarli al cliente indeciso. Ma Buzzfeed, con la solita ironia, ha raccolto 12 motivi per cui lavorare tra

15 marzo 2016 10 MANIE DA LETTORE. QUALI SONO LE TUE?

Chi legge tanto sviluppa qualche intimo rituale, una mania, un piccolo cerimoniale che tiene segreto, che non si nota, di cui si accorge solo un raffinato osservatore. Su Twitter sta girando in questi giorni l’hashtagh #BookConfession: Buzzfeed ha chiesto ai suoi follower e un po’ a tutti quali sono questi segreti che riguardano il libri, sì, ma soprattutto il

25 febbraio 2016 SCRITTO SULLA PELLE. I 20 MIGLIORI TATUAGGI LETTERARI

Le frasi che leggiamo nei libri, le atmosfere, i personaggi, le amiamo e ci rimangono addosso per moltissimo tempo, alcune per sempre, in questo caso letteralmente: un tatuaggio ispirato a un libro è un modo per tener sempre vicinissimo il nostro ricordo letterario preferito. E anche tu, che trovi i tatuaggi spaventosi, perché “rimarrà sulla

08 febbraio 2016 UNA STORIA QUASI PERFETTA. IL ROMANZO DI MARIAPIA VELADIANO RACCONTA DI BIANCA E DI FIORI, E DI COME SI RIMANE FEDELI A SE STESSI

Come si diventa se stessi. Lo sforzo, la fatica, il dolore. Come nasce un amore. Come si mantiene vivo. Quali sono i gesti per non farlo sfiorire. Quali sono le parole per alimentarlo. Come si fa a resistere quando tutto intorno sembra crollare. Come si fa a riconoscere ciò che davvero conta. Come si rimane fedeli a

26 gennaio 2016 LA LETTERATURA PRENDE VITA CON LE LITERARY PAPER DOLLS, LE BAMBOLE DI CARTA DI JANE AUSTEN, VIRGINIA WOOLF, HEMINGWAY E ALTRI

La grande letteratura diventa un gioco con le Literary Paper Dolls. Le ha illustrate l’artista Kyle Hilton, che lavora con il New York Times, Time Magazine, New York Magazine, Volture.com.   Pubblicato da Chronicle Books, questo libro contiene le bambole di carta dei grandi autori della letteratura. Sono pensate per gli adulti, pur essendo un gioco

05 gennaio 2016 QUANDO LO SCRITTORE RICEVE IL CARBONE. I RIFIUTI PIÙ CLAMOROSI

Anche i grandi scrittori hanno collezionato rifiuti, un po’ come Snoopy nelle sue vignette. Jeanne K. Rowling ha ricevuto ben otto no prima di pubblicare Harry Potter. Nessuno voleva pubblicare Il gabbiano Jonathan Livingston, venne bocciato da ben diciotto case editrici. Nessuno ne voleva sapere nemmeno di Il Padrino, troppo crudele, troppo violento, e pure Cent’anni di solitudine ha avuto i suoi problemi.   Insomma,

05 gennaio 2016 COSA LEGGONO I PERSONAGGI DEI FILM? DA MALLORY KNOX A LAURA BROWN, PASSANDO PER HARRY BURNS E WENDY TORRANCE

Quando non sono impegnati a salvare il mondo, a innamorarsi perdutamente, a credere nel destino, a scappare da un assassino, capita che i personaggi dei film leggano. E leggono parecchio. Mettergli un romanzo o un saggio tra le mani è un modo per dar loro ancor più spessore e fascino, e talvolta è il libro al

30 dicembre 2015 NEL 2016 IMPARO A SCRIVERE LETTERE D’AMORE. CON HAWTHORNE, HUGO, BEETHOVEN E KEATS

Non riesco a dire come ogni volta che metto le mie braccia intorno a te, io mi senta a casa. Lo scrisse Hemingway a Marlene Dietrich. E noi? Le scriviamo ancora le lettere d’amore? Forse no. Ci sono mezzi più veloci che non richiedono di trovare un foglio di carta, la busta e tutto il resto