15 febbraio 2017 TUTTE LE LETTERE D’AMORE SONO RIDICOLE. LE 3 PIÙ BELLE

Tutte le lettere d’amore sono ridicole. Non sarebbero lettere d’amore se non fossero ridicole. Anch’io ho scritto ai miei tempi lettere d’amore, come le altre, ridicole. Le lettere d’amore, se c’è l’amore, devono essere ridicole. Ma dopotutto solo coloro che non hanno mai scritto lettere d’amore sono ridicoli.Parola di Fernando Pessoa. Ecco le tre lettere d’amore più belle secondo noi. Ricorda che fino al 18 febbraio,

21 novembre 2016 QUANDO HARPER LEE SCRISSE ALLA SCUOLA CHE VIETÒ LA LETTURA DI “IL BUIO OLTRE LA SIEPE”

Harper Lee ha scritto solo due libri nella sua vita, ma è considerata una dei più grandi romanzieri del ventunesimo secolo. L’autrice di Il buio oltre la siepe è famosa anche per la proprio carattere audace. Molti infatti hanno ritenuto che il suo romanzo fosse troppo controverso, addirittura alcune scuole ne hanno vietato la lettura agli

31 ottobre 2016 LA MIA NOTTE È UN CUORE RIDOTTO A UNO STRACCIO. UNA LETTERA DI FRIDA KAHLO

Pensava di essere la persona più strana del mondo, Frida Kahlo. Aveva inventato una ricetta per propri colori, con tuorlo d’uovo, olio di lino crudo, gomma mescolata a trementina, acqua e pigmento degli alberi. Ha scritto anche poesie, dedicate a Diego Rivera, suo burrascoso ed eterno amore. Ha scritto lettere. La pittrice tra le più

21 ottobre 2016 SCRIVERE A SE STESSI PER PRENDERSI CURA DEL TEMPO CHE PASSA. LETTERS TO MY FUTURE SELF E FUTUREME.ORG

Abbiamo aperto tanti cassetti insieme a voi. I cassetti della memoria che contengono le lettere, scritte da scrittori, poeti e musicisti e indirizzate spesso a un amore. L’amore della vita, che per Johnny Cash si chiamava June Carter, per esempio. Ma anche la lettera di Virginia Woolf a Vita Sackville-West dove le diceva “Rinuncia al tuo uomo

13 ottobre 2016 MI PAREVA CHE QUELLA MUSICA FOSSE MIA. BAUDELAIRE SCRIVE A WAGNER

Dal giorno in cui ho ascoltato la vostra musica, continuo a dirmi senza sosta, soprattutto nelle ore tristi: potessi almeno sentire stasera un po’ di Wagner. Alle volte viene da ringraziare. Charles Baudelaire ha deciso di manifestare la propria gratitudine nei confronti di Richard Wagner, attraverso la lettera che vi riportiamo qui sotto. Baudelaire aveva 38 anni

07 ottobre 2016 VORREI ESSERE ACCANTO A TE PER BACIARE LE TUE PICCOLE GUANCE. LE LETTERE DI SIMONE DE BEAUVOIR E SARTRE

Jean-Paul Sartre e Simone De Beauvoir, durante la loro lunghissima storia d’amore, hanno trascorso periodi lontano, causa incarichi di insegnamento fuori Parigi, oppure per colpa della Seconda guerra mondiale: Sartre ha passato nove mesi in prigione. Per questo motivo si sono scambiati moltissime lettere, appassionate e urgenti, che esprimono tutta la tristezza dell’assenza dell’altro. Sono felice ogni

15 settembre 2016 BOCCIATI. LA STORIA DI 2 FAMOSI RIFIUTI EDITORIALI

Molti romanzi diventati celebri e anche best seller sono stati rifiutati dalle case editrici. Qualche esempio? Cent’anni di solitudine di García Márquez. Sherlock Holmes. L’Ulisse di Joyce è stato respinto dalla Hogarth Press perché di una noia mortale. Qui la lettera in cui Bukowski ringrazia John Martin della Sparrow Press editore, che – dopo una miriade di no – gli offrì addirittura un vitalizio, a patto che mollasse

09 settembre 2016 RIFLESSIONI SULLA SCRITTURA E DUBBI DI VIRGINIA WOOLF

C’è un piccolo libro, si chiama Spegnere le luci e guardare il mondo di tanto in tanto. Riflessioni sulla scrittura (minimum fax, 2014), a cura Federico Sabatini, ricercatore di letteratura inglese all’Università di Torino. Raccoglie estratti dall’epistolario di Virginia Woolf: pensieri, idee, difficoltà, gioie del suo lavoro di scrittrice. La lettera che vi riportiamo riporta data 16

14 agosto 2016 AVREMMO POTUTO SALVARE IL MONDO MA SIAMO STATI MALEDETTAMENTE PIGRI. KURT VONNEGUT SCRIVE AGLI ABITANTI DEL FUTURO

Era il 1988 quando la Volkswagen, per una campagna pubblicitaria sulla rivista Time, chiese ad alcuni intellettuali di rilievo una lettera da indirizzare agli uomini che verranno, al futuro. A coloro che abiteranno la Terra nel 2088, per esser precisi. Uno di questi intellettuali era Kurt Vonnegut. Ecco cosa scrisse: Signori e signore del 2088, ci hanno

11 agosto 2016 L’AMORE PIÙ PROFONDO E LA TRAGEDIA DI OSCAR WILDE E BOSIE DOUGLAS

Lettere, lettere d’amore. Scritte per esser lette da una persona sola, rinchiuse in cassetti e in cuori tremanti, nei nidi d’ape della memoria privata. Scritte nella lingua del possibile. Vi abbiamo raccontato del carteggio tra Virginia Woolf e la sua amata Vita Sackville-West, dello scambio epistolare tra i due poeti beat innamorati, Allen Ginsberg e Peter Orlovsky, e di quelle righe piene di affetto eterno