14 gennaio 2019 ETTY HILLESUM, CUORE PENSANTE. UN ESTRATTO DAL DIARIO

La disposizione che ha Etty Hillesum ad amare è invincibile. Nata il 15 gennaio 1914 a Middelburg e morta il 30 novembre 1943, è stata scrittrice, olandese di origine ebraica, vittima dell’Olocausto. Il Diario che scrisse ad Amsterdam tra il 1941 e il 1942 è un dettagliato resoconto degli ultimi due anni della sua vita. Diversamente dal Diario

0 commenti
09 gennaio 2019 PRONT*? ARRIVA SEROTONINA DI MICHEL HOUELLEBECQ!

Il 10 gennaio esce in Italia il nuovo romanzo di Michel Houellebecq, si intitola Serotonina ed è pubblicato da La nave di Teseo. È lo scrittore francese più tradotto e questo libro, attesissimo dopo il discusso Sottomissione uscito nel 2015, proprio il giorno dell’attacco terroristico a Charlie Hebdo, è un lavoro oscuro e commovente, in cui l’autore

0 commenti
08 gennaio 2019 “L’ETÀ FORTE” DI SIMONE DE BEAUVOIR E UNA PICCOLA RIFLESSIONE SULL’AMORE

C’è un libro utile a scoprire la vita di Simone De Beauvoir, si intitola L’età forte, che si situa tra Memorie d’una ragazza perbene e La forza delle cose, tre memoir che raccontano, dal punto di vista della grande intellettuale, la Storia attraverso la sua particolare esperienza umana. Nata a Parigi il 9 gennaio 1908, De Beauvoir

0 commenti
17 dicembre 2018 COSA NE PENSAVA UMBERTO ECO DEGLI E-BOOK

Voi come leggete a Natale? Libri di carta o e-book? In La bustina di Minerva (Bompiani), Umberto Eco offre la sua originale e personale visione dei due supporti, uno antichissimo l’altro moderno. Il libro è la raccolta di risposte che il grande intellettuale ha dato ai suoi lettori dalle colonne di L’Espresso, iniziata nel marzo 1985

0 commenti
14 dicembre 2018 IL NATALE IN GUERRA DI PRIMO LEVI

L’ultimo Natale di guerra di Primo Levi è una raccolta di 26 storie in cui lo scrittore descrive le esperienze della fine della guerra, dal suo punto di vista, quello di deportato nel campo di sterminio di Auschwitz. In una scena, l’autore descrive l’arrivo di un pacco alimentare, che permette a lui e al suo amico

0 commenti
14 dicembre 2018 ETERNAMENTE MIO, ETERNAMENTE TUA. IL MISTERIOSO AMORE DI BEETHOVEN

Anche Ludwig van Beethoven si innamorò. E alla sua amata scrisse numerose lettere, mentre si trovava presso le Terme di Teplitz in Boemia. Il grande compositore nacque il 16 dicembre 1770, e per ricordarlo abbiamo scovato questa storia romantica, racchiusa in una missiva datata 7 luglio 1812. Non si sa chi sia la donna a cui

0 commenti
10 dicembre 2018 TALK ABOUT A DREAM AND TRY TO MAKE IT REAL. VI DICIAMO DI PIÙ SU BADLANDS DI BRUCE SPRINGSTEEN

Talk about a dream è il titolo della serata dedicata a Bruce Springsteen, martedì 11 dicembre, ore 21 in via Rosta 23, Rivoli, occasione per festeggiare l’apertura dello spazio dell’ex mattatoio, celebrando un grande della musica attraverso parole e canzoni, quelle immortali del Boss, che non smetteranno mai di accompagnarci. Ma Talk about a dream

0 commenti
27 novembre 2018 WILLIAM BLAKE E L’IMMAGINAZIONE

William Blake credeva nell’immaginazione. Per lui era il pilastro su cui fondare tutto, la parte essenziale dell’essere umano e una fonte inesauribile di bellezza. Attraverso l’immaginazione, l’uomo esplorare la propria natura, raggiungere gli anfratti nascosti della mente, forzare i limiti. Per questo, quando all’artista venne commissionato un lavoro da parte del reverendo John Trusler, era il

0 commenti
19 novembre 2018 10 FRASI PER RICORDARE ZYGMUNT BAUMAN

Zygmunt Bauman è una delle voci più illuminanti della contemporaneità. Nato a Poznań, in Polonia, il 19 novembre 1925, è stato sociologo e fine indagatore della nostra società, della sua struttura e dei suoi cambiamenti. Di origine ebraica, ha vissuto come rifugiato in URSS durante l’invasione nazista e, una volta tornato a Varsavia, ha deciso di

0 commenti
15 novembre 2018 LA FELICITÀ SECONDO JOSÉ SARAMAGO

Poeta, romanziere e giornalista, José Saramago è stato il solo scrittore di lingua portoghese a ricevere il Premio Nobel per la Letteratura. Oggi ricorre l’anniversario della sua nascita, 16 novembre 1922, da una famiglia contadina di Azinhaga. Da ragazzo si trasferì presto a Lisbona, abbandonò la scuola per occuparsi della famiglia, e dopo lavori precari di ogni

0 commenti