25 febbraio 2019 DINO BUZZATI AL GIRO D’ITALIA. QUANDO GLI SCRITTORI RACCONTANO L’EPICA DELLO SPORT

È un’antologia di articoli scritti dal grande Dino Buzzati nel 1949, in occasione del Giro d’Italia, per il Corriere della Sera e pubblicata da Mondadori. Si tratta di un esempio di giornalismo sportivo di rara bellezza, grazie alla profondità dello sguardo dello scrittore che racconta come nessun altro. Ci sono Coppi e Bartali, ci sono

0 commenti
21 febbraio 2019 SENTIMENTI POSITIVI. CONTRO L’ISOLAMENTO DELLA VITA MODERNA

C’è ancora spazio in questo mondo, sempre più dominato da rabbia e risentimento, per quei sentimenti che si nutrono del rapporto con l’altro? Riusciamo a riconoscerli, in noi stessi e in chi ci sta intorno? Accettarli è oggi sempre più una sfida. Al Circolo dei lettori, quattro voci ci guidano alla scoperta della scommessa che

0 commenti
05 febbraio 2019 COME FESTEGGIARE L’USCITA DEL SECONDO VOLUME DI MURAKAMI HARUKI, L’ASSASSINIO DEL COMMENDATORE

1. Sveglia alle 4.00 per lavorare cinque o sei ore. 2. Nel pomeriggio corsa o nuotata, o entrambi. 3. Un po’ di musica. 4. Lettura. 5. A dormire alle 20! Questa è la routine che segue Murakami Haruki quando si mette a scrivere uno dei suoi capolavori, come quello in uscita per Einaudi, il secondo

0 commenti
10 gennaio 2019 UN VIAGGIO LETTERARIO PER SCOPRIRE ROMA COME NON L’AVETE MAI VISTA

Così passavano i pomeriggi a far niente, a Donna Olimpia, sul Monte di Casadio, con gli altri ragazzi che giocavano nella piccola gobba ingiallita dal sole, e più tardi con le donne che venivano a distenderci i panni sull’erba bruciata. Oppure andavano a giocare a pallone lì sullo spiazzo tra i Grattacieli e il Monte

0 commenti
19 dicembre 2018 CHE COSA SUCCEDE A GENNAIO? TE LO RACCONTIAMO QUI CON UN VERTIGINOSO ELENCO

La lista dei buoni propositi è come un elenco di desideri. Per questo nuovo anno, il Circolo dei lettori ha voluto realizzarne alcuni, per cominciare bene, tra libri, musica, cinema e tanto altro. Grandi incontri ci aspettano, non solo con scrittori e scrittrici e i loro nuovi romanzi, ma anche per ricordare insieme Fabrizio De

0 commenti
11 settembre 2018 INNAMORIAMOCI. DEGLI SCARABOCCHI!

Forse non lo sai ma il Circolo, insieme a Doppiozero, ha pensato un festival… sugli scarabocchi! Spontanei, indipendenti, liberi. Sono gli scarabocchi, parole mal scritte, illeggibili, che ricordano delle macchie, segni strampalati e casuali. I bambini scarabocchiano quando non sanno scrivere o tentano di imitare la grafia dei loro fratelli più grandi, ma anche gli adulti

0 commenti
27 febbraio 2018 QUI OGNI MESE È UN FESTIVAL

Ve ne siete accorti? Al Circolo dei lettori ogni mese è un festival, e marzo è ricco di incontri con voci da tutto il mondo, specialmente dagli Stati Uniti, per dialogare intorno al presente da prospettive diverse. Tutti gli incontri sono a ingresso libero e gratuito fino a esaurimento posti disponibili. Siete pronti a scoprirli?

0 commenti
09 febbraio 2018 IL CIRCOLO DEI LETTORI PER IL SOCIALE

Forse non lo sai, ma il Circolo dei lettori esce dalla sua sede torinese di Via Bogino 9. E lo fa per 3 progetti importanti e diversi, pensati per portare i libri e la lettura in luoghi talvolta dimenticati, e far compagnia così a chi ha più bisogno, come i pazienti degli ospedali della città,

0 commenti
30 ottobre 2017 TIRAR SU LA PAGINA. DOMENICO STARNONE AL CIRCOLO Come fa un libro – congegno fatto solo di parole – a catturarci, emozionarci, a mettere in moto la memoria, a sollecitare il bisogno di senso?
0 commenti
22 giugno 2017 ROBERTO SAVIANO E LE RAGIONI DELL’ACQUA. LA STORIA DEL GRANDE SCRITTORE PER LUOGHI VIVENTI Per Luoghi Viventi, il progetto che fa parlare 3 musei con i racconti di grandi scrittori, Roberto Saviano ha scelto il Museo Egizio – il più antico dedicato alla civiltà sviluppatasi sulle rive del Nilo – e una sua particolare sala. È quella che raccoglie i reperti di un villaggio fondato nel 1500 a.C, Deir el-Medina, in una valle fra colline desertiche, edificato per dare dimora agli operai impiegati nella costruzione delle tombe dei faraoni del Nuovo Regno, nelle vicine Valli dei Re e delle Regine, e alle loro famiglie. Erano scalpellini, disegnatori, addetti alla decorazione. Tutti i lavoratori ricevevano un salario mensile in grano e orzo, ma testi coevi ci raccontano la cronaca di alcuni scioperi e proteste degli abitanti del villaggio causati proprio da gravi ritardi nella distribuzione delle derrate alimentari. Uno di questi testi è chiamato Papiro dello sciopero ed è conservato a Torino.
0 commenti
Precedenti|Successivi