Frase di introduzione

23 settembre 2016 LE 10 LEZIONI DI VITA DI CHARLIE BROWN

Il numero 10 ritornerà spesso in questi giorni. Sì, perché tra poco ricorre un compleanno speciale. Chi è il festeggiato? Un posto che si chiama Circolo dei lettori e che esiste – con le sue sale, luci, con voci, libri, storie – in Via Bogino 9, da ben 10 anni. Ci sarà una festa, naturalmente,

22 settembre 2016 L’IPPOCENTAURO DI ERMANNO CAVAZZONI

L’ippocentauro (cavallo con busto e testa di uomo) è un animale impossibile, dice Lucrezio (De rerum natura, V, 878), perché a vent’anni la parte umana sarebbe nel pieno della giovinezza, mentre la parte cavallina sarebbe già vecchia e morirebbe. Una faccia e un busto giovane, con una pancia e le gambe già macilente e decrepite.

22 settembre 2016 FORSE NON SAI COME PARLANO I TACCHINI. BREVE STORIA CON DIALOGHI DEL MELAGRIS GALLOPAVO

Del tacchino, Melagris Gallopavo, sappiamo innanzitutto che è un gallinaceo originario dell’America Latina. In Messico, infatti, sono stata rinvenute le più antiche tracce del più antico tacchino, il tacchino della corte del re azteco Montezuma. La sua carne gustosa era molto apprezzata dagli aztechi che amavano anche le sue piume. Di piume di tacchino erano infatti

21 settembre 2016 STEPHEN KING E STRANGER THINGS. E SU COME NASCONO IDEE STRANE E STRAORDINARIE

Oggi compie gli anni Stephen King. Noi, che abbiamo passato l’estate in compagnia della serie tv Netflix Stranger Things, abbiamo deciso di festeggiare apportando qualche cambiamento al logo del Circolo dei lettori. Mica male. Abbiamo usato questo. E perché? Perché Stephen King e la storia di Mike, Lucas e Dustin, i ragazzini che – in sella alle loro

0 commenti
20 settembre 2016 ROSA LUXEMBURG E IL BUFALO. UN PO’ DI COMPASSIONE

Compassione è, secondo Dostoevskij, la capacità di estrarre dall’altro la radice prima del suo dolore, e farla propria. Ed è necessaria, molto più della passione, nel rapporto con gli altri e con se stessi. Di compassione parla un piccolo libro rosso, che racconta un episodio particolare: nel carcere di Breslavia, pochi mesi prima di venire assassinata, Rosa Luxemburg

19 settembre 2016 SCRIVERE È SEMPRE NASCONDERE QUALCOSA IN MODO CHE VENGA POI SCOPERTO. ITALO CALVINO IN 10 FRASI

Dati biografici: io sono ancora di quelli che credono, con Croce, che di un autore contano solo le opere. (Quando contano, naturalmente.) Perciò dati biografici non ne do, o li do falsi, o comunque cerco sempre di cambiarli da una volta all’altra. Mi chieda pure quel vuol sapere e Glielo dirò. Ma non Le dirò

0 commenti
17 settembre 2016 LA VERITÀ SULLA STORIA D’AMORE TRA JANE AUSTEN E TOM LEFROY

Jon Spence, autore del romanzo Becoming Jane Austen, ha modellato la biografia della giovane scrittrice sul suo romanzo più celebre, Orgoglio e Pregiudizio. Si tratta di libro che prende dalla biografia di Jane Austen a piene mani, ma, invece di riportare fatti e ovvie lacune, lascia il passo all’immaginazione. Da questo romanzo è tratto l’omonimo film

0 commenti
16 settembre 2016 MI PIACEREBBE SCRIVERE CON LA MENTE. ONLINE GLI ORIGINALI DIARI DI VIAGGIO DI VIRGINIA WOOLF

La British Library ci ha fatto un regalo. Ha messo online i diari di viaggio di Virginia Woolf, i suoi appunti presi tra i 24 e i 27 anni, pensieri e impressioni dei suoi tour in Grecia, Turchia e Italia. Li trovate in traduzione per l’editore Mattioli 1885, sono stati scritti quando Virginia Woolf non aveva ancora

15 settembre 2016 BOCCIATI. LA STORIA DI 2 FAMOSI RIFIUTI EDITORIALI

Molti romanzi diventati celebri e anche best seller sono stati rifiutati dalle case editrici. Qualche esempio? Cent’anni di solitudine di García Márquez. Sherlock Holmes. L’Ulisse di Joyce è stato respinto dalla Hogarth Press perché di una noia mortale. Qui la lettera in cui Bukowski ringrazia John Martin della Sparrow Press editore, che – dopo una miriade di no – gli offrì addirittura un vitalizio, a patto che mollasse

0 commenti
14 settembre 2016 JOSÉ SARAMAGO. NEI MIEI ROMANZI L’AMORE È SEMPRE POSSIBILE

José Saramago nasce in una povera famiglia di braccianti. Abbandona il liceo, frequenta un istituto tecnico per diventare perito meccanico, non si è mai iscritto all’Università. Il suo paesino d’origine è Azinhaga, dove sorge oggi, proprio al centro, nella piazza, una grande statua che ricorda il cittadino illustre, nato lì nel 1922 e morto a Tías

0 commenti
Precedenti|Successivi