Frase di introduzione

09 dicembre 2016 A LOVE SUPREME. JOHN COLTRANE E L’ALBUM DEL 1964

Fino a domani, il Circolo è jazz con Jazz Re:Found, mostre, concerti, incontri per indagare le nuove vie  etiche ed estetiche culturali black. Qui tutto il programma. Domani, alle 13.30, Rocco Pandiani ci racconta la collezione completa dei vinili di John Coltrane, tra i più grandi sassofonisti della storia del jazz e noi vi raccontiamo di A Love

0 commenti
06 dicembre 2016 COSA FA, A NATALE, IL LETTORE PERFETTO? SI TRASFORMA NEL GRINCH

1. Regala solo libri a Natale.2. Ha pianificato tutte le sue letture dal 24 dicembre al primo gennaio.3. Adora i treni perché ha più tempo per leggere.4. Inventa scuse bizzarre per non uscire tutte le sere e restare a casa con un libro.5. Ignora la famiglia appena finito il pranzo di Natale.6. Il suo posto è il divano, la poltrona, il letto.7. Sicuramente

0 commenti
05 dicembre 2016 CANTO DI NATALE DI CHARLES DICKENS. 5 VERSIONI DA TOPOLINO A MATTHEW MCCONAUGHEY

Freddo e nebbia, così tanto freddo e così tanta nebbia che l’acqua si congela nei tubi e i ragazzini scivolano giù per le strade ghiacciate. Quel vecchio brontolone, tirchio, egoista, burbero di Scrooge odia il Natale, lo odia del tutto, non è per niente generoso, nemmeno con se stesso. La notte è ancor più fredda

0 commenti
05 dicembre 2016 IL REGALO GIUSTO. 5 LIBRI DA METTERE SOTTO L’ALBERO

Tra venti giorni è Natale. Al Circolo abbiamo cominciato a contare il tempo che ci separa da luci, banchetti, alberi e vischio con un calendario dell’avvento speciale su Facebook, realizzato con le illustrazioni degli artisti di Caracol Art Shop Gallery e le parole degli scrittori nostri amici. Oggi cominciamo a darvi qualche buon consiglio per i

0 commenti
01 dicembre 2016 LIBRARIES GAVE US POWER. 10 LIBRI IN 10 CANZONI

Lo cantano i Manic Street Preachers in A Design For Life: le biblioteche ci diedero il potere / poi venne il lavoro e ci rese liberi / Che prezzo ora per un pezzetto di dignità. Abbiamo scovato i libri nascosti nelle canzoni, pronti? 1. David Bowie, 1984 – da 1984 di George Orwell. L’album è Diamond Dogs (1974).Beware the savage

0 commenti
01 dicembre 2016 I LIBRI PREFERITI DI 10 FAMOSI (DA OBAMA A JIM CARREY)

1. Barack Obama Il libro preferito del 44º presidente degli Stati Uniti è Canto di Salomone di Toni Morrison. 2. Stephen King Il libro preferito dell’autore di It è Il signore delle mosche di William Golding. 3. Kate Winslet L’attrice di The Reader (ve ne abbiamo parlato qui), ama particolarmente Teresa Raquin di Émile Zola (1867). 4. George Clooney Il libro

0 commenti
30 novembre 2016 IL MAL DI SCUOLA DI DANIEL PENNAC

Le nostre ragioni di leggere sono strane quanto le nostre ragioni di vivere. Dei diritti del lettore, stilati da Daniel Pennac, vi abbiamo parlato qui. Anche se li conoscete a menadito vale la pena ribadirli: 1. Il diritto di non leggere.2. Il diritto di saltare le pagine.3. Il diritto di non finire un libro.4. Il diritto

0 commenti
28 novembre 2016 O SE NE VA QUELLA CARTA DA PARATI O ME NE VADO IO! 10 CURIOSITÀ SU OSCAR WILDE

Mio carissimo ragazzo, questo è per assicurarti del mio amore immortale, eterno per te. Vi abbiamo raccontato dell’amore tra Oscar Wilde e Lord Alfred “Bosie” Douglas e di quella lunghissima lettera, intitolata De Profundis, che lo scrittore di L’importanza di chiamarsi Ernesto ha scritto mentre si trovava in carcere, accusato dalla stessa società che prima lo aveva osannato. Oggi

0 commenti
28 novembre 2016 CHI DOMINA GLI ODORI, DOMINA IL CUORE DEGLI UOMINI. IL PROFUMO DI SÜSKIND

Patrick Süskind è l’autore di questo romanzo famosissimo, uscito nel 1985. Studioso di storia medievale e moderna, lo scrittore ha saputo perfettamente ricreare l’ambiente di quella Parigi soffocante e brulicante di persone e di odori. È il 1738 quando il protagonista di Il Profumo nasce, in condizioni precarie, abbandonato, buttato tra i banchi del mercato. Si

0 commenti
28 novembre 2016 IL PROFUMO DEL TEMPO PERDUTO. MARCEL PROUST E LA MADELEINE

Il tempo è perduto, ma forse no. Il ricordo può arrivare inaspettato, portandosi dietro la nostalgia di un mondo. Basta un piccolo dolce, la madeleine, immersa nel tè di tiglio. È Marcel Proust a raccontarlo in uno dei passi più celebri di Dalla parte di Swann. Il ricordo, cristallizzato da qualche parte, apparentemente inaccessibile, si

0 commenti
Precedenti|Successivi