Frase di introduzione

23 giugno 2017 GAUZ’, DA SANS-PAPIER A SCRITTORE, RACCONTA JEAN-JACQUES ROUSSEAU

GauZ, classe 1971, è nato in Costa D’Avorio. Ad Abidjan si è laureato in biochimica, prima di ritrovarsi sans-papier, un clandestino a Parigi. Autore del romanzo Posti in piedi – portato in Italia da Elliot –, ha scelto, per il progetto Luoghi Viventi, di ambientare la sua storia nell’affascinante casa di Jean-Jacques Rousseau, Le Charmettes

0 commenti
22 giugno 2017 ROBERTO SAVIANO E LE RAGIONI DELL’ACQUA. LA STORIA DEL GRANDE SCRITTORE PER LUOGHI VIVENTI

Per Luoghi Viventi, il progetto che fa parlare 3 musei con i racconti di grandi scrittori, Roberto Saviano ha scelto il Museo Egizio – il più antico dedicato alla civiltà sviluppatasi sulle rive del Nilo – e una sua particolare sala. È quella che raccoglie i reperti di un villaggio fondato nel 1500 a.C, Deir el-Medina, in

0 commenti
20 giugno 2017 AMORE, CONOSCENZA, MUSICA E NATURA. LA CASA DI JEAN-JACQUES ROUSSEAU

Per arrivare a Le Charmettes bisogna salire sulle colline di Chambéry. Immersa nella natura, la tenuta in cui visse il filosofo Jean-Jacques Rousseau dal 1736 al 1742 è circondata dagli alberi, da prati, e, proprio accanto, verdeggia il giardino botanico in cui crescono tuttora miriadi di piante officinali come la belladonna. Quella tenuta, in cui il

0 commenti
19 giugno 2017 RACCONTI D’AUTORE PER MUSEI DA VIVERE

Nove racconti inediti di grandi scrittoriper una visita al museo completamente nuova È Luoghi Viventi, progetto ideato dalla Fondazione il Circolo dei lettori per Museo Egizio (Torino) e Musée des Beaux-arts e Les Charmettes. Casa di Jean-Jacques Rousseau (Chambéry), cofinanziato dall’Unione Europea nel quadro del Programma Interreg V-A Francia-Italia 2014-2020. Che cos’è? Luoghi Viventi è un’app, sviluppata appositamente, grazie alla quale è possibile ascoltare nove racconti

0 commenti
16 giugno 2017 BUON BLOOMSDAY, LETTORI! TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE SULLA GIORNATA DI JAMES JOYCE

Oggi è Bloomsday il giorno di James Joyce. Perché lo scrittore scelse proprio il 16 giugno 1904 per ambientare il suo più famoso romanzo, Ulisse. Le storie di Leopold Bloom e una miriade di altri personaggi si intrecciano dalle 8 del mattino fino alle prime ore del mattino seguente. Dublino è il centro dei festeggiamenti, i dublinesi

0 commenti
15 giugno 2017 L’ESTATE STA ARRIVANDO. 5 LIBRI DA LEGGERE

Le vacanze stanno arrivano, più o meno e allora noi cominciamo a consigliarvi i libri giusti da leggere al mare, in montagna, in città, o semplicemente a casa, sul divano, con il ventilatore acceso! 1. Le 10 mappe che spiegano il mondo di Tim Marshall (Garzanti) Per comprendere quel che accade nel mondo abbiamo sempre studiato la politica,

0 commenti
12 giugno 2017 IL VASTO MONDO DI FERNANDO PESSOA

Fernando Pessoa nasce a Lisbona il 13 giugno del 1888. L’autore di Il libro dell’inquietudine non viaggiava molto, comprava molti libri – specialmente alla Libreria Eliezer Kamenezki (bric-à-brac, Via S. Pedro di Alcântara, numero 71), alla Libreria Pires, alla Bertrand, alla libreria Classica, alla Ferreira, alla Inglesa – e giornali, tra cui O Diário de Notícias, O Século e A Capital, Época, Diário de Lisboa, Diário de Notícias, Diário da Tarde, Jornal do

0 commenti
12 giugno 2017 SANDRO PENNA. IL POETA ESCLUSIVO DELL’AMORE

Io vivere vorrei addormentato entro il dolce rumore della vita. Sandro Penna nasceva oggi, 12 giugno, nel 1906, a Perugia. Poeta appartato, scrisse nell’ombra e la sua opera emerse nel Dopoguerra, con le raccolte più importanti: Una strana gioia di vivere (1956) e Croce e delizia (1958). Nella sua città natale trascorse la giovinezza e

0 commenti
09 giugno 2017 MI PIACE AVERE IL CUORE SPEZZATO. LE ABITUDINI DI KURT VONNEGUT IN UNA LETTERA ALLA MOGLIE

Secondo E.B. White, lo scrittore che aspetta l’ispirazione morirà senza aver messo una parola su carta. Per Murakami, il segreto è la ripetizione, come vi abbiamo raccontato qui. Hemingway scriveva tutte le mattine, e ora veniamo alle abitudini a Kurt Vonnegut. Del grandissimo Vonnegut vi abbiamo parlato qui, con la lettera agli abitanti del futuro. E

0 commenti
08 giugno 2017 NON RIESCO A CLASSIFICARTI, NON RIESCO AD AFFERRARTI. LA LETTERA D’AMORE PIÙ BELLA DI JACK LONDON

Jack London, l’amato scrittore di Martin Eden, amò tutta la vita una donna, ma ne sposò altre due. Si chiamava Anna Strunsky la sua innamorata, era scrittrice anche lei, e la loro relazione è continuata parallelamente ai matrimoni dello scrittore, prima con Elizabeth Maddern poi con Charmian Kittredge, la sua segretaria. Non riesco a classificarti,

0 commenti
Precedenti|Successivi