10 luglio 2018 I CONSIGLI DI KURT VONNEGUT AI GIOVANI (E A TUTTI)

È tra i pezzi più belli del grande Kurt Vonnegut, l’amatissimo scrittore di Mattatoio n°5. Aveva 85 anni quando pronunciò questo discorso davanti a una platea di studenti e le sue parole esprimono una visione del mondo luminosa e ironica, in cui si alternano luci e ombre, un pensiero anticonformista che ispira. Eccole. Se dovessi

09 luglio 2018 LA VENEZIA DEGLI SCRITTORI IN VISTA DI UN BELLISSIMO VIAGGIO

Scrittori, poeti, musicisti, hanno visto in Venezia un sogno, un incanto. Intreccio di vitalità e decadenza, la città lagunare ha affascinato generazioni di artisti, da Thomas Mann a Casanova, da Herman Hesse a Goldoni, passando per Goethe. Ognuno ha goduto della sua bellezza in modo particolare e l’ha raccontata a suo modo, serbandone per sempre

09 luglio 2018 I RICORDI SECONDO IL GRANDE OLIVER SACKS

Nel 1993, in prossimità del mio sessantesimo compleanno, cominciai a sperimentare un fenomeno curioso: l’emergere nella mente – spontaneo e non sollecitato – di ricordi remotissimi, rimasti dormienti per più di cinquant’anni. E non meri ricordi, ma anche le disposizioni d’animo, i pensieri, le atmosfere e le passioni associate ad essi: soprattutto i ricordi della

06 luglio 2018 PENSAVO DI ESSERE LA PERSONA PIÙ STRANA DEL MONDO. FRIDA KAHLO IN 10 FRASI E 10 IMMAGINI

Il 13 luglio 1954 moriva a Coyoacán, Messico, Frida Kahlo. Del suo amore per Diego Rivera vi abbiamo parlato qui, qui invece vi abbiamo raccontato la sua ricetta segreta per i colori. Oggi ricordiamo l’artista, che è immagini e parole, pensieri, poesie e sogni, con dieci sue frasi, accompagnate ad altrettante opere e fotografie. 1. La mia notte

03 luglio 2018 DI QUANDO MELVILLE SCRISSE A HAWTHORNE

Nathaniel Hawthorne, l’autore di La lettera scarlatta, nasceva il 4 luglio 1804 a Salem, nella Nuova Inghilterra che prendeva forma al di là dell’Oceano Pacifico. Raffinatissimo gentiluomo, irreprensibile nelle maniere, fece la conoscenza di un altro scrittore, Hermann Melville, a Berkshire, che, dopo chiacchierate intese seppur riservate, di lì a poco si accorse di stimarlo

02 luglio 2018 LIBRI PER L’ESTATE! CINQUE CONSIGLI PER VOI

Gail Honeyman, Eleanor Oliphant sta benissimo (Garzanti) Si tratta di un esordio unico, che secondo la stampa internazionale rimarrà negli annali della letteratura, storia di resilienza, forza, dolore e speranza. Comincia così: «Mi chiamo Eleanor Oliphant e sto bene, anzi: sto benissimo. Non bado agli altri. So che spesso mi fissano, sussurrano, girano la testa quando passo.

01 luglio 2018 I LIBRI SONO ETERNI E MAGICI. PAROLA A HERMANN HESSE

Il mio credo è un’opera di Hermann Hesse, pubblicata nel 1957. Si tratta di una riflessione personale sulle religioni, che comincia con il rifiuto del paterno protestantesimo e sviluppa un’idea di fede che mette al centro l’individuo, l’uomo e le sue leggi, per andar oltre dogmi, ricette e mode. Comincia così: La fede che intendo io non si

Precedenti|Successivi