JEAN RHYS, UNA SCRITTRICE CHE DEVI ASSOLUTAMENTE SCOPRIRE
jean rhys
03 aprile 2018

Jean Rhys era caraibica e bellissima, tanto che avrebbe voluto diventare una ballerina, un’attrice, una cantante. E invece ha scritto alcuni libri meravigliosi di cui si sono accorti in pochi. È un’autrice dimenticata, passata inosservata. Per scoprirla, il reading di giovedì 5 aprile ore 21 al Circolo dei lettori, con Elena Stancanelli.

Di lei sappiamo che non divenne famosa fino alla pubblicazione di Il mare dei Sargassi nel 1966, che visse una vita di  isolamento, perdita, frustrazione e mancanza di amore. E ora andiamo a esplorarla, per scoprirla un po’ con voi, in vista delle letture live al Circolo a cura della scrittrice di La femmina nuda.

1. Jean Rhys nacque in Dominica, il 24 agosto 1890, nei Caraibi, suo padre era gallese sua madre scozzese. A 16 anni era in Inghilterra, adolescente alla ricerca di un posto nel mondo e cominciò a fare la ballerina.

2. A 17 anni ha frequentato una scuola in Inghilterra per due anni, poi ha studiato recitazione per un po’. Ha girato l’Inghilterra come corista e all’epoca ha avuto una storia d’amore con un uomo più anziano che poi l’ha abbandonata.

3. Viaggiando ha conosciuto anche Parigi, che ha continuato a frequentare ogni tanto, soprattutto preferendo gli ambienti artistici bohémien, e viveva in povertà.

4. Amava la natura, Jean Rhys, soprattutto gli alberi e i fiumi, i panorami della campagna inglese, tanto che alla Tate di Londra stava a contemplare i quadri di Courbet e Renoir, vagheggiando di poter vivere lì dentro.

5. Irascibile e irrequieta, Jean Rhys ha raccontato in una lettera di quella volta che schiaffeggiò un suo vicino, accusandolo di essere stato maleducato con lei. Fu condannata per aggressione e finì qualche giorno in prigione.

6. Quando il successo arrivò, fu difficile accettarlo. Jean scrisse che forse era giunto finalmente solo perché lei non lo desiderava, almeno non nel modo in cui era infine arrivato. Di soldi, comunque, aveva bisogno, ma non scriveva per guadagnare, scriveva per amore.

7. Il suo successo letterario, Il mare dei Sargassi, è una stupenda invenzione letteraria: si tratta del prequel di Jane Eyre, ma dal punto di vista della signora Rochester. Ve la ricordate? Era proprio una creola dei Caraibi, rinchiusa nella soffitta del nobile inglese.

8. Jean Rhys ha avuto tre matrimoni, il primo con il giornalista e spia Jean Lenglet, poi sposò Leslie Tilden-Smith. Il secondo marito morì nel 1947 e Jean si risposa con Max Hamer. Sono gli anni, quelli, in cui di lei si perdono le tracce, tanto che si pensa sia addirittura morta. Qualcuno pubblicò un annuncio su un giornale, per chiedere sue notizie: lei rispose Sono viva e sto scrivendo il mio capolavoro.

9. Il suo vero nome è Ella Gwendolen Rees Williams e da bambina conobbe il controllo coloniale francese e poi britannico nelle isole dei Caraibi. Nel 1783, la Gran Bretagna ne prese ufficialmente il potere fino al 1978. L’esperienza degli abusi, del razzismo, della resistenza dei domenicani indigeni segnò il suo immaginario, imprimendosi nella sua memoria.

10. Jean Rhys ha raccontato soprattutto le donne escluse dal canone della letteratura inglese, quelle che non comparivano nei romanzi, specialmente le donne sradicate dal proprio mondo – un po’ come lei – e costrette a soddisfare capricci di altri, soprattutto dei potenti.

 

 
0 commenti