31 ottobre 2017 SHOCK È QUANDO SUCCEDE QUALCOSA DI TERRIBILE CHE ANCORA NON COMPRENDIAMO. NAOMI KLEIN Shock ‹šòk› s. ingl. – secondo la definizione del Vocabolario Treccani – significa propriamente «urto, scossa violenta». Viene da to shock che vuol dire «percuotere». È uno «stimolo inteso di natura fisica o psichica;  impressione violenta e improvvisa, trauma psichico». In medicina «sindrome a insorgenza acuta ed evoluzione più o meno drammatica, indotta da cause molteplici e di grave entità».
30 ottobre 2017 TIRAR SU LA PAGINA. DOMENICO STARNONE AL CIRCOLO Come fa un libro – congegno fatto solo di parole – a catturarci, emozionarci, a mettere in moto la memoria, a sollecitare il bisogno di senso?
26 ottobre 2017 I FIORI AVRANNO TEMPO PER ME. SYLVIA PLATH “IO SONO VERTICALE” Sylvia Plath è nata oggi, 27 ottobre, nel 1932 a Boston. Ha scritto poesie meravigliose, un romanzo quasi autobiografico, dal titolo La campana di vetro, ed è stata, insieme ad Anne Sexton (di lei vi abbaimo parlato qui), una delle autrici che ha sviluppato il genere della poesia confessionale. Oggi vi raccontiamo Io sono verticale del 1961.
25 ottobre 2017 NON TI SCORDAR DI ME. ANNE FRANK E LA POESIA DEDICATA A JUULTJE C’è stato un tempo in cui i giovani studenti si scambiavano messaggi in quadernetti, erano “libretti dell’amicizia“, zeppi di frasi, poesie, foto, nei paesi del nord li chiamavano pöesiealbum, ed erano un po’ come la versione vintage dei social media.
24 ottobre 2017 RAYMOND QUENEAU IN 10 PAROLE Oggi ricorre l’anniversario della morte dello scrittore di Esercizi di stile. Ecco 10 parole per raccontare la sua opera e la sua vita. Certo 10 non bastano, ma cominciamo con queste 🙂
23 ottobre 2017 TI SORRIDO QUANDO NON MI VEDI. 5 LETTERE D’AMORE (DA JANE AUSTEN A LEOPARDI) Secondo Mark Twain il prodotto più sincero, più libero e più privato della mente e del cuore umano è una lettera d’amore. E allora ve ne proponiamo 5, tutte bellissime. Da Jane Austen e una lettera tratta da un suo romanzo, passando per Victor Hugo (che Juliette amava tremendamente, la loro è la storia d’amore più lunga della letteratura francese), fino ad arrivare al cinema, con  Elizabeth Taylor e alla politica, con le tenere parole di Churchill a sua moglie. Finiamo in poesia, con Giacomo Leopardi.
23 ottobre 2017 POESIA E RIVOLUZIONE. ALEKSANDR BLOK Notte, strada, lampione, farmacia, luce torbida e insensata. Vivi pure ancora un quarto di secolo – sarà sempre così. Non c’è via di scampo.
16 ottobre 2017 10 bellissimi film che raccontano la vita degli scrittori Li hai visti tutti?
16 ottobre 2017 10 CATTIVI E SUPER CATTIVI DELLA LETTERATURA. CHI FA PIÙ PAURA? Facciamo un gioco. Chi fa più paura?
11 ottobre 2017 ALLA RICERCA DI VIVIAN MAIER Un po’ come Emily Dickinson – pubblicata solo dopo la morte, ha nascosto le sue poesie in luoghi impensati – Vivian Maier è stata scoperta dopo la scomparsa, bambinaia di Chicago, scattava fotografie alle persone per la strada. La si intravede nei riflessi delle vetrine, negli autoscatti, la si insegue, senza trovarla mai, nei volti degli altri.
Precedenti|Successivi