ESTATE, LA STAGIONE MERAVIGLIOSA DEI LETTORI. 5 MOTIVI
estate uomo con salvagente illustrazione
02 agosto 2016

Agosto è arrivato. Questo sì che è il momento perfetto per ritirarsi in compagnia di un libro. Che si tratti di una storia d’amore o di un thriller, di un bicchiere d’acqua di cocco da accompagnare a un fumetto, o di una limonata con letteratura, è tutto permesso, l’estate è il nostro momento, nerd dei libri. È la stagione meravigliosa dei lettori. Perché?

1. Puoi leggere ovunque e senza preoccuparti di sguardi indiscreti… 
Sì, anche sdraiato sulla vecchia coperta della nonna stesa in mezzo al parco pubblico, indossando un cappellino e la tua biancheria intima. È estate, dopotutto, fa caldo. Non c’è problema.

2. … e dei giudizi
In estate c’è chi preferisce la spiaggia e numerosi tuffi in acqua, chi gioca a beach volley o lancia il frisbee al proprio cane, e chi desidera solo leggere. E può farlo dove e come vuole, perché ognuno, in estate, prova a raggiungere l’apice del relax. Anche se incastri un Harmony sotto il mento sul tuo asciugamano rosa con i fenicotteri, nessuno farà una piega.

3. perché la lettura è parte della vacanza…
Non importa che tu legga in aereo, treno, o schiacciato tra i sedili della macchina accanto al tuo bambino che russa, cominciare il libro che hai scelto di leggere in estate segna l’inizio della vacanza. Per i nerd dei libri, vacanza significa semplicemente leggere in un posto nuovo, circondato da persone nuove. E magari cercare una libreria nel luogo di villeggiatura scelto, non si sa mai.

4. …e un libro può avere un paio di funzioni in più…
Sventolarsi sotto il sole con la copertina di un’edizione economica? Fatto. Ma soprattutto, un libro ci aiuta nella vita quotidiana, nelle decisioni, nei sogni, è uno strumento utile all’immaginazione. Rimanere senza letture in estate è come esser bloccati su un’isola deserta.

5. … e ti protegge anche dal sole.
In spiaggia, nascondere il proprio viso dentro un libro, è utile anche ad allontanare sguardi indiscreti e chi vuol fare chiacchiere indesiderate. Naturalmente le pagine fungono anche da protezione solare. Riapplicare la protezione solare, in questo caso, significa solo continuare a leggere, e niente dita appiccicose.


Illustrazione: xoana herrera

 

 

 

Il Blog  del Circolo
0 commenti