I 5 CANI PIÙ AMATI DELLA LETTERATURA #1
cane con libro
16 luglio 2016

Storia del Mondo. I vulcani eruttarono.
Gli oceani ribollirono.

L’universo era in tumulto.
Poi venne il cane.
Snoopy


È metà luglio. Proprio in questo periodo, avevano osservagli gli antichi Egizi, la stella Sirio sorge appena prima del Sole  e, poche settimane dopo, ecco la preziosa piena del Nilo. Sirio è diventata, per i Greci, era la “stella del cane”, simbolo di uno dei due segugi di Orione, il gigante, che lo proteggevano e aiutavano durante le battute di caccia. La canicola, che per noi vuol dire esser sudaticci e piazzarci davanti al primo ventilatore disponibile, significa proprio “piccolo cane” (in latino) ed è associata all’antico nome di Sirio, la stella più luminosa della costellazione del Cane Maggiore e quindi, per estensione, è il periodo più luminoso, questo, caldo e bollente dell’anno.

Oggi ti raccontiamo di 5 cani amatissimi della letteratura. Se il tuo preferito non c’è, tessi le sue lodi nei commenti! E a fine settembre, dal 28 al 2 ottobre, non dimenticarti di Torino Spiritualità. Quest’anno il tema è D’ISTINTI ANIMALI.

1. Argo, il cane di Ulisse

Odissea, Libro XVII. Il cane del re di Itaca se ne sta abbandonato e triste. Un tempo andava a caccia, rincorreva gli animali del bosco con il suo padrone ma, da quando Odisseo è partito, è diventato malinconico e non ha smesso di aspettarlo. Lo riconosce, nonostante Atena gli abbia donato le fattezze di un vecchio per non farsi scoprire dai Proci, lo riconosce e muore in pace, perché finalmente il suo amato padrone è tornato a casa.

2. Buck, il cane di Il richiamo della foresta

Figlio di un San Bernardo e di un cane pastore, Buck è imponente ma elegante. Un po’ lupo, pesa 70 kg e vive tra i ghiacci e deve imparare a sopravvivere e a primeggiare sugli altri cani. Famoso il duello con Spitz, il suo rivale: per affrontarlo si prepara  per mesi. Ma è anche generoso, Buck, salva due volte un padrone buono rischiando la propria vita. Sempre meno cane e sempre più  lupo, al richiamo della foresta non potrà resistere.

3. Fang, il bavoso german boarhound di Hagrid 

Ha accompagnato il proprio padrone in moltissime avventure, fino nella Foresta Proibita. Ha partecipato alla Seconda Guerra dei Maghi, e, poiché il suo nome non è elencato tra le vittime, si presume sia sopravvissuto.

4. Jip in David Copperfield

Irritante e terribile, Jip è il cagnolino di Dora Spenlow. Geloso, abbaia ogni volta che qualcuno potrebbe distrarre la padrona dalle cure amorevoli a lui riservate. Non sopporta David, odia la signora Betsey.

5. Toto, il cagnolino di Il Mago di Oz

Piccolo, con occhi neri che brillano allegri, un muso buffo e il pelo lungo e nero: Toto è il compagno fedele di Dorothy. E come gli altri animali del libro, anche lui potrebbe parlare. Ha solo scelto di non farlo.

Il Blog  del Circolo
0 commenti